9 Febbraio 2006

Il 5 ottobre del 1943 Norma Cossetto, giovane studentessa istriana, veniva «catturata e imprigionata dai partigiani slavi, lungamente seviziata e violentata dai suoi carcerieri e poi barbaramente gettata in una foiba». E' quanto si legge nella motivazione ufficiale della medaglia d'oro al merito civile conferita a Norma Cossetto, la cui sorella, signora Licia, è stata ricevuta oggi dal Presidente del Senato Marcello Pera, in occasione della vigilia della "Giornata Nazionale del Ricordo". Era presente all'incontro il Senatore Questore Francesco Servello. Domani mattina, venerdì 10 febbraio, il Presidente del Senato rappresenterà il Capo dello Stato nella cerimonia che si svolgerà all'Altare della Patria. Il «Giorno del Ricordo in memoria delle vittime delle foibe, dell'esodo giuliano-dalmata, delle vicende del confine orientale» è stato istituito con la legge n. 92/2004, approvata dal Senato il 16 marzo del 2004.