Il sen. Marcello Pera ha tenuto una lezione alla scuola di cultura cattolica "Mariano Rumor" nel Palazzo delle Opere Sociali di Vicenza.
Si riporta di seguito un passo dell'intervento del sen. Pera.


[...] La fede può prescindere dal un elemento razionale? E la ragione può dirsi estranea alla dimensione della fede? La risposta del Papa è un doppio no, almeno per quanto riguarda il cristianesimo. L'incontro della fede cristiana con la cultura razionalistica greca non solo 'non è un semplice caso', non solo 'è decisivo per la storia universale', ma esso è 'parte integrante della fede cristiana'. D'altro canto, la ragione non solo non può escludere la sfera religiosa, non solo non ha dominio su di essa, ma deve necessariamente ampliarsi per trovare i suoi stessi fondamenti. Oggi viviamo la crisi della contrapposizione ragione-fede, perchè lo scientismo contemporaneo ha inteso confinare la ragione dentro i limiti della sola ragione scientifica, mentre il laicismo contemporaneo ha inteso confinare la religione nei limiti della sola soggettività. 'Allargare la ragione', come chiede Benedetto XVI, non è soltanto un modo per diventare cristiani, ma l'unica strada per far fronte alla crisi dei valori e di civiltà che la cultura europea e occidentale sta attraversando.[...]