Stampa

31 Maggio 2012

Questa non è una riforma, è cultura di concertazione Cgil''. Cosi' Marcello Pera, durante le dichiarazioni di voto in Senato sul ddl lavoro, ha motivato la propria astensione, in dissenso dal suo gruppo. Pera ha poi citato un aneddoto di quando era studente universitario di filosofia, e con i colleghi sosteneva delle tesi poco argomentate con il loro professore: ''questi rispondeva dicendo 'interessante, mi ricorda l'acqua triacale'. Al che - ha raccontato Pera - noi cadevamo nel tranello e chiedevamo cosa fosse questa 'acqua triacale'. Al che il nostro professore rispondeva 'l'acqua triacale è quella che non fa bene e non fa male''. 
''Ecco - ha concluso Pera - questa riforma è come l'acqua triacale. Quello che mi dispiace è che, fatta questa riforma, per decenni non se ne farà più alcun altra''.

Comunicati stampa
Visite: 562