Stampa

25 Settembre 2006

«Nel silenzio di tutti, si sta affermando il principio costituzionale inedito che i vertici delle istituzioni possono pubblicamente e attivamente intervenire sul dibattito politico suggerendo, orientando, favorendo o anche imponendo questa o quella soluzione politica o parlamentare».

È quanto dichiara il senatore Marcello Pera che aggiunge: «Ieri il Presidente della Repubblica ha detto che è suo dovere intervenire nel libero e autonomo dibattito fra le forze politiche, come del resto egli ha già fatto su una lunga serie di temi. Si ignora quali articoli della Costituzione, quale dottrina, quale prassi autorizzino questo comportamento. È certo però che l’intervento del Presidente della Repubblica sarebbe auspicabile e utile di fronte alla “autosospensione” da parte di un ministro, un istituto che non è previsto dalla Costituzione e che pone problemi istituzionali delicati».

 

 

Comunicati stampa
Visite: 349