25 Settembre 2006

«Nel silenzio di tutti, si sta affermando il principio costituzionale inedito che i vertici delle istituzioni possono pubblicamente e attivamente intervenire sul dibattito politico suggerendo, orientando, favorendo o anche imponendo questa o quella soluzione politica o parlamentare».

È quanto dichiara il senatore Marcello Pera che aggiunge: «Ieri il Presidente della Repubblica ha detto che è suo dovere intervenire nel libero e autonomo dibattito fra le forze politiche, come del resto egli ha già fatto su una lunga serie di temi. Si ignora quali articoli della Costituzione, quale dottrina, quale prassi autorizzino questo comportamento. È certo però che l’intervento del Presidente della Repubblica sarebbe auspicabile e utile di fronte alla “autosospensione” da parte di un ministro, un istituto che non è previsto dalla Costituzione e che pone problemi istituzionali delicati».

 

 

11 Luglio 2006

“Desidero esprimere le mie congratulazioni e i miei migliori auguri di buon lavoro all’on. Claudio Scajola per il nuovo incarico di presidente del Comitato parlamentare di controllo sui Servizi segreti”.

È quanto dichiara il senatore Marcello Pera

 

22 Giugno 2006

Il senatore Marcello Pera ha inviato un telegramma di congratulazioni al Cardinale Tarcisio Bertone per la nomina a Segretario di Stato. Di seguito si riporta il testo del messaggio.

«Desidero inviarle le mie più vive congratulazioni per la sua nomina a Segretario di Stato. Le invio gli auguri più cordiali di buon lavoro per la sua nuova funzione, così importante per la Chiesa e per tutti i popoli in un’epoca tanto difficile. Ho la certezza che la sua saggezza, cultura e conoscenza dei problemi sarà di aiuto per tutti noi».

22 Maggio 2006

«Il ruolo di Presidente di Commissione Parlamentare non mi è stato offerto e comunque sono indisponibile a tale incarico». È quanto ha dichiarato questa sera il senatore Marcello Pera durante un incontro elettorale a Cesenatico.

 

16 Maggio 2006

«Contro il senatore Beppe Pisanu è in atto un attacco mediatico intollerabile. Ancora una volta un parlamentare viene intercettato quando si sa già che la registrazione non sarà in nessun modo utilizzabile sul piano processuale. Non è tollerabile che, in maniera del tutto illegittima ed arbitraria, queste intercettazioni escano dalle Procure e finiscano alle redazioni dei giornali».

È quanto dichiara il senatore Marcello Pera che aggiunge: «Sarebbe opportuno che il Consiglio Superiore della Magistratura intervenisse in maniera esemplare per bloccare questo malcostume che ciclicamente avvelena la vita pubblica del Paese».

25 Aprile 2006

Dopo avergli personalmente telefonato, il Presidente del Senato, Marcello Pera, ha scritto all'Ambasciatore israeliano Ehud Gol per "esprimere a Lei, e attraverso di lei al Governo, alle istituzioni e al popolo israeliano i miei sentimenti di solidarietà per l'ignobile e vergognoso atto di teppismo e di antisemitismo avvenuto ieri a Milano durante il corteo dedicato al 25 aprile, quando la bandiera israeliana è stata data alle fiamme". Nella lettera Pera condanna "nei termini più fermi questo episodio odioso e allarmante, perpetrato proprio nel giorno in cui Israele ricordava la tragedia dell'Olocausto. Il Senato italiano - continua - è fortemente impegnato a lottare contro il rinascente antisemitismo, in qualsiasi forma esso si manifesti. Desidero assicurarle che quest'impegno proseguirà con immutata intensità", conclude Pera.