Stampa

25 Febbraio 2010

''Sono disgustato dalla caccia alla casta, mi pare un gravissimo errore di cui si stanno pagando le conseguenze. Qui non ci stiamo accorgendo che in ballo non sono i tanto i privilegi, quanto la democrazia''. Marcello Pera commenta cosi' con l'ADNKRONOS l'iniziativa shock di Luciano Casasole, che ha proiettato sulla cupola di San Pietro il messaggio 'stop pensioni parlamentari'. ''C'e' un'aria che non mi piace, purtroppo e' stata recepita -sottolinea l'ex presidente del Senato- anche da alcune cariche istituzionali. Una moda brutta che e' entrata nell'opinione pubblica''. 

''Il cattivo esempio viene proprio da voi giornalisti e questo messaggio e' stato recepito dai parlamentari come un senso di colpa. Andate in America e guardate con quale rispetto si parla di un senatore. Io -insiste Pera- invece voglio essere un politico senza sensi di colpa''. 
Quanto alla scelta di usare la cupola di San Pietro per amplificare il messaggio, Pera dice: ''E' stupefacente, spero che sia la prima e l'ultima volta. Almeno San Pietro rimanga un'oasi libera dalla propaganda politica. Anche se fatta in tono scherzoso, mi sembra una profanazione''. 

I miei articoli
Visite: 372