30 Maggio 2016

Qualche tempo fa, la ministra Maria Elena Boschi ha dichiarato che, se avesse potuto scriverlo lei personalmente, il testo della riforma costituzionale sarebbe uscito migliore in alcuni punti. Non ne dubito, perchè la Boschi sta mostrando di essere un talento politico (uno dei pochi nati negli ultimi anni), e di aver acquisito non poche competenze tecniche. Al tempo stesso, non dubito che, in particolare riguardo alle procedure parlamentari, figure come Paolo Aquilanti, ora segretario generale di Palazzo Chigi e prima capo dipartimento con la Boschi, e Antonio Malaschini, già segretario generale del Senato, avrebbero fatto di gran lunga meglio di tanti costituzionalisti di professione. 

10 Settembre 2015


Fra poco la Chiesa cattolica si troverà di fronte ad un serio paradosso. In nome della misericordia, della carità, della fratellanza, della solidarietà cristiane, e dei diritti inalienabili della persona affamata ad essere nutrita, nuda ad essere vestita, povera ad essere mantenuta, le parrocchie ospiteranno un numero cospicuo di immigrati. Come faranno è un problema pratico di non facile soluzione. Ma supponiamo che sia risolto, che si trovino un po' di alloggi per ogni parrocchia, che si trasformino locali in appartamenti, che un asilo sia ristrutturato in camere. Che cosa faranno lí gli immigrati? 

11 Gennaio 2011

"Un discorso non diplomatico ai diplomatici". Usa un gioco di parole, il filosofo ed ex presidente del Senato Marcello Pera, per riassumere il tono delle dichiarazioni di Benedetto XVI. "Non contiene ne' consente ambiguita' spiega e pone un aut aut: o l'Occidente si rende conto che sono in corso due guerre di religione contro il cristianesimo e provvede, o il mondo occidentale è perduto". 

1 giugno 2010

 

Caro direttore, eravamo garantisti e ora siamo un pò perdonisti e un pò forcaioli.

 

L'accoglienza da parte delle parrocchie dei migranti comporta necessariamente dei problemi che non sono solo logistici.

Fra poco la Chiesa cattolica si troverà di fronte ad un serio paradosso. In nome della misericordia, della carità, della fratellanza, della solidarietà cristiane, e dei diritti inalienabili della persona affamata ad essere nutrita, nuda ad essere vestita, povera ad essere mantenuta, le parrocchie ospiteranno un numero cospicuo di immigrati. Come faranno è un problema pratico di non facile soluzione. Ma supponiamo che sia risolto, che si trovino un po' di alloggi per ogni parrocchia, che si trasformino locali in appartamenti, che un asilo sia ristrutturato in camere. Che cosa faranno lì gli immigrati?

07 Maggio 2015
Quale prezzo il cristianesimo paga alla dottrina dei diritti umani? Può pagarlo? Se lo paga, aggiorna o trasforma il messaggio cristiano? E i diritti umani hanno un fondamento sicuro oppure sono l'ultimo illusorio assalto al cielo dell'uomo moderno che pensa di fare da sè, prescindendo da Dio?