The Politician and the Pope di Pranay Gupte

 

The world knows Joseph Ratzinger of Germany as Pope Benedict XVI, but Marcello Pera of Italy also knows him as a friend and literary collaborator.

 

"He's a very decent man, a very bright man, a very profound man - someone who asks a lot of questions, and also listens carefully," Mr. Pera, president of the Italian senate, said yesterday. "We are both deeply concerned with the question, 'Can a civilization exist without any sense of the sacred?'"

05 Febbraio 2006

«Ma ai paesi islamici chiedo parità per i cristiani»

di Massimo Giannini. 

Visualizza articolo...

 

 

27 Dicembre 2005

«Farò campagna sui valori dell'Occidente»

di Marco Nese.   

Visualizza articolo...

 

 

10 Dicembre 2005

"La guerra al terrorismo non si fa con i guanti bianchi"

di Mario Sechi

Visualizza articolo...

 

 

02 Dicembre 2005

"Pera: federalismo utile al Sud"

di Giuseppe De Tomaso

Visualizza articolo...

 

 

D. Le dichiarazioni che sono state attribuite a lei e ad alcuni esponenti politici italiani sull'assimilazione dell'Islam al terrorismo hanno suscitato polemiche. Che cosa è successo in realtà?

 

Ho sottolineato spesso che i paesi arabi sono l'obiettivo principale del terrorismo e le prime vittime di esso, come dimostra l'attentato ad Amman. Terroristi e fondamentalisti ritengono che, una volta conquistati i paesi arabi e abbattuti i loro governi, sarà più facile conquistare l'Occidente. Per questo dobbiamo insieme isolare i focolai di fondamentalismo ovunque essi si trovino.
Nel 2004 avevo detto proprio al suo giornale: "Il terrorismo è una minaccia gravissima, per noi e per i Paesi arabi, perché terroristi, fanatici, fondamentalisti hanno lo stesso obiettivo: creare un conflitto fra noi e voi". Non ho cambiato parere. La religione islamica non c'entra. Poche ore dopo l'11 settembre 2001, in un momento drammatico per l'Occidente, sono stato il primo a recarmi alla moschea di Roma proprio per significare che non si può parificare l'Islam con il terrorismo. Sono i terroristi che invocano la religione per ottenere consenso e reclutare fanatici. Il mio problema non è l'Islam, piuttosto la debolezza dell'identità europea, l'incertezza e i ritardi dell'Europa di fronte al fenomeno del fanatismo, e la sua incapacità di integrare cittadini di religione islamica.