19 Giugno 2014

Ampia intervista all'ex-presidente del Senato italiano Origini, sviluppo e persistenza dell'amicizia con il porporato bavarese, poi Papa L'amarezza per la rinuncia di Benedetto XVI Europa, relativismo: "Molti nostri vescovi mancano di coraggio", osservò Joseph Ratzinger Le ultime elezioni europee in un continente in decadenza - Gira un brutto spiffero per l'Europa - Anche la Chiesa minimizza - I Parlamenti ormai non decidono, ratificano.

Chi è Marcello Pera? Settantunenne filosofo e politico italiano, è noto per l'amicizia nata nel periodo di presidenza del Senato (2001-2006) con l'allora cardinale Joseph Ratzinger. E' l'amicizia -che persiste e si è tradotta in un incontro anche in questo mese di giugno presso il Monastero Mater Ecclesiae dentro il Vaticano - tra un non-credente e un credente, ambedue preoccupati per un'Europa che misconosce la sua anima' cristiana, essendo ormai alla deriva nel gran mare relativista. La collaborazione reciproca si è espressa soprattutto in tre saggi: Senza radici (2004, Mondadori, scritto in maniera alterna tra i due su temi come Europa, relativismo, cristianesimo e islam), L'Europa di Benedetto (2005, Cantagalli, di Joseph Ratzinger con introduzione di Marcello Pera), Perchè dobbiamo dirci cristiani (2008, Mondadori, di Marcello Pera con lettera introduttiva di Benedetto XVI). Abbiamo incontrato Pera a Roma, al primo piano di Palazzo Giustiniani, nell'ampio ufficio che gli è assegnato come presidente emerito del Senato. E con lui abbiamo parlato dell'origine e dello sviluppo dell'amicizia, dei suoi contenuti, della rinuncia al Papato del suo interlocutore, della triste condizione odierna dell'Europa politica e culturale... 

27 Ottobre 2013


" Bisogna far presto. Qui l'unica cosa che finora era in grado di tenere il centrodestra unito era un forte sentimento contrario alla sinistra, ma molto presto non basterà più, perchè il centrosinistra sta cambiando pelle... 

Visualizza articolo...

18 Agosto 2013


Professor Pera, abbiamo perso le sue tracce. Di cosa si sta occupando? 

«Sto scrivendo un libro sulle origini filosofiche del secolarismo, da Sant'Agostino a Kant». 


Niente politica? 

«Il Pera politico sta seduto sulla panchina dei giardini». 


Eppure avrà letto di quel che accade al suo ex partito, quello che contribuí a fondare nel 1994. Che idea si è fatto? 


«Berlusconi è stato oggetto di due sentenze in pochi giorni. La prima della Cassazione, la seconda l'ha scritta il Quirinale: prevede la stessa condanna - il carcere - la stessa pena accessoria - l'interdizione dai pubblici uffici - più una pena supplementare: il Presidente non solo vieta a Berlusconi di stare in Parlamento, ma vieta al Pdl di fare politica, perchè lo obbliga a sostenere il Governo Letta per almeno due anni». 

12 Febbraio 2013

E' il Papa più amato dai laici. Non è sceso a compromessi con la modernità, e cosí ha conquistato i non fedeli...

Visualizza articolo...

21 Gennaio 2013

Lascio la politica, la rivoluzione liberale ha fallito...

Visualizza intervista...

7 Luglio 2012

La Costituente per "dare la parola ai giovani". Per evitare che l'Italia unita sparisca, ingoiata dalla combinazione tra crisi finanziaria, crisi dei partiti e crisi istituzionale.

Visualizza articolo...